Palazzo Marin, affacciato sul Rio della Fenice, con le sue sale affrescate e con la sua perfetta acustica, è stato testimone di una delle epoche più importanti della Storia veneziana ed europea, la fine del ‘700, legata all'Illuminismo ed ai suoi principali esponenti, tra cui spiccano Rousseau, Voltaire, Foscolo, Chateaubriand e Denon, nonché culla dei grandi cambiamenti moderni, in particolare grazie alla grande figura intellettuale ed artistica della letterata Isabella Teotochi.
La famiglia Serafini, proprietaria di Palazzo Marin, ha da sempre a cuore il patrimonio rappresentato dal suo passato, dalla sua storia e memoria, e sente l’esigenza di comprendere e studiare questi aspetti, proteggendoli e curandoli per poterli trasmettere al pubblico adeguato.
L’amore per la cultura rappresenta la filosofia che la famiglia Serafini desidera seguire e mantenere nel tempo.
Possiamo quindi affermare che, Palazzo Marin vuole essere il simbolo di una ricerca costante della qualità.
Su questa base, il Palazzo cerca di offrire una proposta artistica di alto livello, come lo richiede la sua cultura,

Torna all'archivio